destinoitacare.com

Open cinema. Scenari di visione cinematografica negli anni '10 - E. De Blasio

DATA DI RILASCIO 14/10/2010
DIMENSIONE DEL FILE 12,78
ISBN 9788885095571
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE E. De Blasio
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Troverai il libro Open cinema. Scenari di visione cinematografica negli anni '10 pdf qui

Dai grandi blockbuster che invadono le sale alle forme più marginali di prodotti presenti solo su Internet, dalle forme di riscrittura dei testi audiovisivi ai commenti dei cinefili della rete, dal fansubbing al marketing creativo, dal Machinima alle strategie di produttori e distributori, dalle questioni sul downloading ai nuovi pubblici creativi. Tutto questo, e ancora altro, è il cinema oggi. Accanto a un'ampia ricerca sui pubblici, il libro cerca di offrire uno sguardo analitico sui tanti e diversi aspetti che compongono il mondo dei rapporti fra cinema e Internet. Un'analisi fatta di tanti "carotaggi" su un terreno vasto e accidentato. Un primo sguardo su un panorama affascinante e intrigante. Come sempre, quando si parla di cinema.

...azione nella galassia elettronica (con M ... Open Cinema - Key4biz ... . Spalletta). Soveria-Mannelli: Rubbettino . Articoli su riviste e capitoli di libri De Blasio, E. (2010) "Pubblici creativi nella nuova fruizione cinematografica", in De Blasio, E., Peverini, P. (eds) Open Cinema. Scenari di visione cinematografica negli anni '10. Roma: Ente dello Spettacolo. De Blasio, E. (2010) "Coinvolgimento politico e social networking fra accesso e partecipazione", in Sociologia. Storia. Il cinema statunitense nasce n ... Open Cinema - Key4biz ... . Storia. Il cinema statunitense nasce nel 1894 grazie alle proiezioni di Thomas Edison.. Il cinema divenne ben presto un divertimento di massa e così nel 1905 venne aperto a Pittsburgh il Nichel-Odeon, un teatro popolare dove al costo di pochi centesimi era possibile assistere alla proiezione di una pellicola della durata di circa 10-15 minuti.. Cominciarono così a proliferare generi quali il ... La storia del cinema è costellata di piccole e grandi invenzioni tecniche. Anche in questo campo il progresso di fatto non si è mai arrestato, e ha visto alcune svolte epocali, come il passaggio dal muto al sonoro, dal bianco e nero al colore, dallo schermo quadrato a quello panoramico e dalla pellicola analogica al digitale. Al Lido di Venezia, dal 1° all'11 settembre, iniziative e appuntamenti in programma durante i giorni della più antica kermesse cinematografica italiana In vista della 67. edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica che si svolgerà dal 1° all'11 settembre, la Fondazione Ente dello Spettacolo si prepara a sbarcare al Lido con un cartellone ricco di […] Negli anni '90 arriva l'immagine digitale e Terminator 2, la realtà diventa meno reale, tutto si può fare con il computer, così il cinema ritorna ad essere spettacolo. Dagli ultimi anni del celluloide con i film di L.V. Trier, ai film remake che ripropongono in nuove forme film del passato, come quelli di Q. Tarantino e G.V. Sant, ai film post-modernisti come quelli dei fratelli Coel. Open cinema. Scenari di visione cinematografica negli anni '10. Tangentopoli nera. Malaffare, corruzione e ricatti all'ombra del fascismo nelle carte segrete di Mussolini. Bizet. Carmen. Simple scene sensational shot. Ediz. italiana. Le verità nascoste. Sticazzi. L'alieno apparve sorpreso da quella frase, dalla voce tremante, forse non capiva il dolore, indugiò a lungo guardandomi diritto negli occhi. Mi rispose con fare diversivo: «Terrestri, oggi è un grande giorno per voi. il cinema italiano fino agli anni '10 Il centro della produzione (che prese a prestito molti tecnici e attori francesi) fu Torino, fino all'avvento del fascismo. L'industria cinematografica italiana si sviluppò a partire dal 1905 intorno a tre grosse case di produzione: la Cines di Roma, la Ambrosio e la Itala di Torino. Approfondimento sul cinema negli anni trenta, appunto diviso in paragrafi, la commedia americana, lo sperimentalismo francese, il cinema in Italia e in Germania e il realismo socialista. Il cinema postmoderno. Tre linee di tendenza Se nel Novecento il cinema inteso come espressione degli immaginari di massa ha costituito un compendio delle estetiche del moderno nel loro proporsi come rispecchiamento di un'epoca caratterizzata dai processi di riproducibilità tecnica, gli interrogativi posti dal nuovo secolo si giocano su un orizzonte più ampio, quello della medialità, in ... Paolo Peverini, Emiliana De Blasio (2010), Open Cinema - Scenari di visione cinematografica negli anni '10 (Intervista agli autori) Janet Wasko (1999), The Political Economy of Films, in "A companion to Film Theory" Intervista dell'Università Luiss di Roma Guido Carli, inserita nel libro "Open Cinema. Scenari di visione cinematografica negli anni '10″ presentato alla 67a Mostra del Cinema di Venezia PRODUZIONI DI RILIEVO SHORTS (2009 - oggi) Un cortometraggio, a differenza di una produzione stand-alone o di una serie, raccoglie in sé un Cinema-verità, metodo di ripresa cinematografica, inaugurato e diffuso da cineasti sovietici negli anni '20 del Novecento (kino-pravda), e adottato poi negli anni '60 negli Stati Uniti d'America per compiere intervist...