destinoitacare.com

La mia mano destra - Donato Salvia

DATA DI RILASCIO 13/05/2011
DIMENSIONE DEL FILE 4,15
ISBN 9788862720304
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Donato Salvia
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Divertiti a leggere La mia mano destra Donato Salvia libri epub gratuitamente

Nel 1958 una casa farmaceutica tedesca lanciò sul mercato un farmaco. A causa di scarsi test di laboratorio questo farmaco, basato sulla Talidomide, causava malformazioni nei neonati le cui madri lo avevano assunto in gravidanza. L'autore è uno di quelle migliaia di bimbi nati tra il 1958 e il 1965, anno in cui il prodotto venne ritirato dal commercio. Il libro narra della storia di vita in relazione alla sua mano destra che è focomelica. Il racconto, leggero e ironico porta il lettore a capire cosa significhi, realmente, e come vive una persona affetta, dalla nascita, da sindrome da Talidomide. Non necessariamente deve vivere male. Il libro è accompagnato da informazioni storiche sulla vicenda.

...carpale, ma può risultare anche da tendinopatie, infezioni, artrosi e problemi alla colonna vertebrale ... La mia mano destra: Amazon.it: Donato Salvia: Libri ... . Talvolta, il formicolio alla mano destra risulta da condizioni non patologiche (sforzi intensi, posture scorrette, esecuzione di lavori ... Per il resto fa quasi tutto con la mano destra. Nadal, lo zio Toni e quel dritto a due mani. Ci sono state, negli anni passati molte ricostruzioni secondo le quali sia stato lo zio di Rafa Nadal, Toni, suo primo e storico allenatore, ad imporre al nipote l'uso della mano sinistra. Ricostruzioni più volte smentite dai diretti interessati. Due anni fa, su www.natangelo.it , raccont ... LA MIA MANO POTREBBE NON GUARIRE PIÙ - YouTube ... . Ricostruzioni più volte smentite dai diretti interessati. Due anni fa, su www.natangelo.it , raccontavo questa storiella dall'altisonante titolo "la mia mano destra" (che, non so come, doveva richiamare alla mente un film che forse conosco solo io, "il mio piede sinistro"). Ad ogni modo: sembra passato un secolo, ma in effetti no...