destinoitacare.com

Il Veneto e l'economia di guerra fascista - Lorenzo Tognato

DATA DI RILASCIO 13/01/2013
DIMENSIONE DEL FILE 12,44
ISBN 9788831718257
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Lorenzo Tognato
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Divertiti a leggere Il Veneto e l'economia di guerra fascista Lorenzo Tognato libri epub gratuitamente

Innestandosi nel solco di una consolidata tradizione di storiografia economica, la ricerca di Lorenzo Tognato si concentra sulla seconda età fascista (1935 - 1945), periodo in cui l'Italia si avventurò, a partire dalla conquista dell'Etiopia, in una lunga serie di campagne militari, culminate nel disastroso secondo conflitto mondiale. L'impegno bellico richiese un enorme sforzo economico, sostenuto senza adeguate capacità di programmazione e di controllo e aggravato dal blocco delle materie prime e delle fonti energetiche imposto all'Italia dalle sanzioni. Quali furono le conseguenze del lungo sforzo militare sull'economia veneta? Terza regione industriale d'Italia dopo Lombardia e Piemonte, il Veneto, pur nella prevalente vocazione agricola, vantava già un tessuto produttivo per lo più costituito di piccole e medie aziende artigianali, ma anche di grossi impianti industriali come Porto Marghera, il polo tessile del Vicentino (Marzotto e Rossi) e grandi imprese come la Breda e la Snia Viscosa nel Padovano. Basandosi su fonti archivistiche nuove e in gran parte inedite tratte dagli archivi delle Prefetture, dall'Archivio storico della Banca d'Italia e dagli archivi dell'UNNRA (l'Amministrazione delle Nazioni Unite per l'Assistenza e la Riabilitazione, che esercitò il controllo economico del paese subito dopo la guerra), il libro traccia un quadro ricco e articolato della realtà economica del Veneto.

...amosa giornata di Aspromonte. L'economia fascista inizia con una fase 'liberista', che punta al commercio con l'estero e nel 1925 raggiunge il pareggio del ... Il Veneto e l'economia di guerra fascista, 1935-1946» ... ... La propaganda fascista e l'inizio della Seconda guerra ... L´economia del Veneto Prevalgono l´industria tessile e la viticoltura . Al Veneto si associano di solito la città di Venezia e le località balneari, anche se la regione ha molto più da offrire di quanto si potrebbe pensare. Il Veneto è una regione molto caleidoscopica, sia per quanto riguarda il paesaggio, sia per quanto riguarda il settore economico. Breve ripasso di De Fel ... Il Veneto e l'economia di guerra fascista | Lorenzo ... ... . Il Veneto è una regione molto caleidoscopica, sia per quanto riguarda il paesaggio, sia per quanto riguarda il settore economico. Breve ripasso di De Felice e della storia degli ebrei sotto il fascismo a beneficio ... portò al re l'Italia di Vittorio Veneto, ... Nel 1915 condusse la campagna per la guerra alla ... economia Veneto. Leggi le ultime notizie sul Corriere del Veneto: aggiornamenti in tempo reale, articoli e approfondimenti. Buy Il Veneto e l'economia di guerra fascista by Lorenzo Tognato (ISBN: 9788831718257) from Amazon's Book Store. Everyday low prices and free delivery on eligible orders. Evita persino il servizio militare scappando all'estero: il De Felice, nel primo dei suoi 14 volumi dedicati al fascismo, lo descrive come un ventenne "vagabondo e anarchico"; nel 1911 Mussolini si oppone alla campagna di Libia; nel 1914, allo scoppio della grande guerra, scrive articoli come "Abbasso la guerra" in cui predica la "neutralità assoluta", e grida "Nè un uomo nè ... Veneto Regione dell'Italia nord-orientale (18.399 km2 con 4.905.854 ab. nel 2019, ripartiti in 568 comuni; densità 267 ab./km2) compresa fra le Alpi Carniche a N, il Trentino-Alto Adige e il Lago di Garda a O, il Mincio e il Po a S, il Mar Adriatico e il Friuli-Venezia Giulia a E. Il capoluogo di regione è Venezia.. 1. Caratteristiche fisiche. Il territorio è prevalentemente pianeggiante ... Il fascismo cavalcò l'onda dello "spirito del Piave": fece appello alle energie spirituali e materiali mobilitate dalla I^ guerra mondiale che avevano salvato la Patria dopo la catastrofe di Caporetto e anzi consentito la ripresa, culminata nella rivincita del Piave e la vittoria finale di Vittorio Veneto! Il fascismo totalitario di Mussolini. Una nuova collana del «Corriere» Venerdì 24 aprile esce il primo volume della serie dedicata alle vicende della dittatura. Ma non avrebbe mai assistito passivamente, in particolar modo nel 1922, a un'ascesa dei socialisti al governo, dove già erano quei popolari che ogni giorno più si dichiaravano avversi al fascismo: cioè non avrebbe tollerato una coalizione governo-socialisti-popolari, che poteva essere interpretata come atto non di pace ma di guerra, guerra al fascismo e, quindi, guerra civile nel paese. La nuova ricostruzione: i simboli e le regole del gioco La protesta dei sovranisti il 2 giugno contro l'Unione, mentre questa trasferisce risorse da uno Stato a un altro, risulterebbe ... Primo Dopoguerra - L'Italia Appunto che descrive il primo dopoguerra e il passaggio dallo Stato Liberale al Fascismo parlando delle difficoltà economiche del paese e del biennio rosso L'economia bellica produsse un grande trasferimento di risorse dall'agricoltura all'industria. La guerra alimentò un flusso di ricchezza da Sud a Nord, attraverso la tassazione dei redditi agricoli e l'utilizzazione del risparmio accumulato nel Mezzogiorno per finanziare la produzione bellica collocata per lo più nel Settentrione....