destinoitacare.com

La prova penale e la sua valutazione - Ciro Santoriello

DATA DI RILASCIO 04/01/2012
DIMENSIONE DEL FILE 11,45
ISBN 9788854853171
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Ciro Santoriello
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Puoi scaricare il libro La prova penale e la sua valutazione in formato pdf epub previa registrazione gratuita

Se è innegabile che il mistero del processo risiede nella sua decisione, se è vero che - al termine di tutto - residua per il giudice un spazio di solitudine assoluta, di discrezionalità incolmabile, è altresì vero che questo spazio, questo iato fra quanto dicono le prove e quanto statuisce la decisione, può essere ridotto, deve essere ridotto il più possibile: la logica, l'analisi, lo studio della materia delle prove e dell'epistemologia giudiziaria possono accompagnare il giudice verso una decisione serena, coerente, capace di legittimarsi per la sua ragionevolezza e fondatezza e non di imporsi in forza della sua imperiosità. Un'organizzazione attenta del materiale probatorio, l'interpretazione severa del suo significato e soprattutto il rispetto della presunzione d'innocenza sono atteggiamenti epistemologici che consentono al giudice di dirigersi verso una decisione razionale, prevedibile, condivisibile e su cui l'intera comunità sociale può trovare una sorta di riconoscimento. Nelle pagine del lavoro si cerca di fondare razionalmente questa convinzione, fornendo della stessa alcune esemplificazioni e supportandola con una riflessione teorica.

...; in particolare riconoscere un'affermazione come vera ... Amazon.it: La prova penale e la sua valutazione - Ciro ... ... . Perciò la prova non è conoscenza in genere, ma conoscenza rivolta alla verificazione di un giudizio. In tema di prove, la disposizione di cui al terzo comma dell'art. 192 del codice di procedura penale — valutazione delle dichiarazioni rese dal coimputato del medesimo reato o da persona imputata in un procedimento connesso — non rappresenta un limite al principio della libera valutazione della prova da parte del giudice, ma costituisce soltanto una indicazione di carattere metodologico ... Art. 189 Codice di procedura penale - Prove non dis ... Libro La prova penale e la sua valutazione - C ... ... ... Art. 189 Codice di procedura penale - Prove non disciplinate dalla legge ; Art. 190 Codice di procedura penale - Diritto alla prova ; Art. 192 Codice di procedura penale - Valutazione della prova ; Art. 194 Codice di procedura penale - Oggetto e limiti della testimonianza La prova penale, Libro di Paolo Tonini. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da CEDAM, data pubblicazione gennaio 2000, 9788813223007. 4. Profili funzionali dell'assunzione della prova neuroscientifica rispetto alla sua valutazione. PARTE III: LA VALUTAZIONE DELLA PROVA NEUROSCIENTIFICA. 1. I due stadi della valutazione della prova neuroscientifica: rapporti reciproci e con le valutazioni compiute in sede di ammissione. 2. Valutazione, spetta al giudice la valutazione dell'elemento di prova raccolto. Il giudice può ritenere non credibile il dichiarante o non attendibile la sua narrazione del fatto. Il principio del libero convincimento non esime il giudice dal motivare la sua valutazione, egli deve dare conto dei risultati acquisiti e dei criteri adottati nel valutare la credibilità e l'attendibilità ... La valutazione degli elementi di prova costituisce per le parti quell'onere sostanziale che si applica nel loro potere di argomentare; la medesima attività rappresenta per il giudice un vero e proprio dovere. Egli, infatti, valuta la prova dando conto nella motivazione dei risultati acquisiti e dei criteri adottati; il 1 In proposito, BALSAMO,LO PIPARO, La prova "per sentito dire". La testimonianza indiretta tra teoria e prassi applicativa, Milano, 2004, p. 283; CANZIO, L. 1 marzo 2001, n. 63 - Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale in materia di formazione e valutazione della prova in attuazione della CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 22 novembre 2019, n. 30577 - In tema di valutazione delle prove, il principio del libero convincimento, posto a fondamento degli artt. 115 e 116 c.p.c., opera interamente sul piano dell'apprezzamento di merito, insindacabile in sede di legittimità Cassazione penale sez. II 15 ottobre 2014 n. 46410 Le dichiarazioni della persona offesa possono anche essere assunte da sole come fonte di prova dei fatti non necessitando la verifica della sussistenza dei riscontri esterni non essendo applicabile il canone di valutazione stabilito dall'art. 192 c.p.p. La prova scientifica nel processo pena...