destinoitacare.com

La grande evoluzione nel tessile - Orlindo Riccioni

DATA DI RILASCIO 14/12/2012
DIMENSIONE DEL FILE 10,93
ISBN 9788867425341
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Orlindo Riccioni
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Tutti i Orlindo Riccioni libri che leggi e scarichi da noi

...onna, produzione tessuti rete e fantasia ... La grande evoluzione nel tessile - Orlindo Riccioni ... ... . Accessori e tessuti moda. Cilavegna. Lo spreco di materiali, la difficoltà a garantire il riciclo di una massa così grande di potenziali rifiuti, e l'impiego intensivo di risorse naturali (per esempio coltivare 1 kg di cotone necessita di 11.000 litri di acqua) nel processo produttivo fanno della moda uno dei settori più inquinanti del mondo. 10 2. La nascita della moda italiana e l'evoluzione del Made in Italy Alla fine della Seconda Guerra Mondiale l'industria italiana, che già non era particolarmente competitiva prima del conflitto stesso, faticò a riprendersi. Nel 1946 la capacità produttiva degli ... La Rivoluzione Industriale, Sviluppi Nel Campo Tessile E ... ... . Nel 1946 la capacità produttiva degli impianti era sfruttata solo per il 50%. Il tessile per l'arredo-casa perde oltreconfine il -4,7%. Di contro, la categoria "altri prodotti tessili", assimilabile a gran parte dell'universo relativo al tessile tecnico, mostra una variazione positiva pari al +1,5%. Nel caso del "valle" della filiera, best performer risulta la maglieria, in crescita del +12,2%. Questa evoluzione della normativa REACH avviene anche grazie alla collaborazione tra GreenPeace e l'Unione Europea. L'organizzazione no-profit GreenPeace si batte da anni per una moda più sostenibile, ha infatti lanciato la campagna chiamata Detox My Fashion , coinvolgendo grandi marchi di moda internazionali e le maggiori catene di distribuzione della Fast Fashion . D'altra parte, la grande varietà di colori e disegni stampati che caratterizzava i tessuti in cotone affascinava gli appartenenti alle classi agiate. Infine, buona parte dei mercati, alla fine del Settecento e agli inizi dell'Ottocento, si trovava in aree calde o temperate (Mediterraneo, India, America centrale), dove la diffusione di capi in cotone era particolarmente favorita. La maggior parte di loro, poi, si concentrava in pochi settori tradizionalmente ad alto tasso di occupazione femminile: i comparti dell'industria tessile (seta, cotone, lana, canapa, lino, juta, fibre artificiali e sintetiche), del vestiario e dell'abbigliamento, secondariamente nell'industria alimentare (dolciaria e conserviera) ed in quella della carta e cartotecnica. Trainata dal processo di adozione delle tecnologie di stampa digitale nei cicli di produzione dei diversi comparti, l'industria tessile vive un periodo di grande cambiamento, caratterizzato dalla disponibilità di soluzioni di stampa sempre più performanti, dalla comparsa di modelli di business alternativi, dallo sviluppo di prodotti inediti e da un'attenzione crescente verso le tematiche ... La «primavera» del tessile biellese è durata davvero 24 ore. Dopo un giorno di riapertura parziale, in base ad un preciso protocollo disegnato in accordo con la Prefettura (35% di forza lavoro ... L'evoluzione della "net economy" nel mercato mondiale, ... a forte innovazione tecnologica,.provenienti dalla grandi imprese multinazionali del comparto chimico-tessile .In queste condizioni di grande e rapido cambiamento, con una insolita, ... Le sfide del Mercato Globale nella Filiera Tessile. Sicuramente è una grande sfida e, a oggi, molti entrano nell'arena senza comprenderne le vere implicazioni e presentando prodotti solo relativamente sostenibili. Eppure il cliente, sia esso il marchio di moda o il consumatore finale, è esperto e informato, non si accontenta di un prodotto semplicemente definito 'riciclato', ma ne richiede la certificazione (ad esempio la Global Recycle ......